Elisa Zadi

Elisa Zadi vince la seconda edizione di Res Nullius-residenze al confine con il progetto “L’Altro”.

Elisa Zadi

Elisa Zadi vince la seconda edizione di Res Nullius-residenze al confine con il progetto “L’Altro”. La residenza, promossa dal Collettivo Superazione in collaborazione con l’Officina Dada Boom, si svolgerà dal 10 al 13 maggio 2019 a Viareggio con diretta della performance finale domenica 12 maggio in orario da definire. Il progetto della Zadi mira a stabilire una relazione con la famiglia ospitante attraverso tre tipi di intervento. Il primo conoscitivo e di transfert in cui vedrà impegnata l’artista a realizzare una serie di ritratti/autoritratti-collage/decollage, una tecnica che come spiega l’artista, ci permette di indagare su noi stessi in relazione all’altro: “Forse l'autoritratto si compie quando accettiamo l'Altro che è in noi, forse la nostra totalità implica la presenza irriducibile dell'Alterità e della frammentarietà“. Nel secondo intervento i partecipanti saranno invitati ad eleggere un oggetto-simbolo che poi verrà suggellato nel gesso e “segnato” come manufatto. L’ultimo intervento sarà la performance finale, concepita come atto iniziatico in cui i partecipanti interverranno con delle azioni precise per “liberare l’oggetto-simbolo”.
Commenta la Zadi: “La mia idea per questo progetto è stata quella di concentrarmi sull’individualità, in modo da riscattare l’identità spesso schiacciata dal contesto sociale concentrato sulla materialità dell’avere. Più infatti siamo inseriti socialmente e più viene meno la nostra libertà personale e il nostro essere risulta fortemente condizionato. Attraverso questo lavoro che si concluderà con una performance “vorrei liberare l’essenza dell’individuo dalle sovrastrutture” con delle azioni simboliche, liberatorie e condivise”.

Il Collettivo Superazione lancia la seconda fase del progetto di residenza artistica Res Nullius per favorire, questa volta, l’incontro fra pubblico e artisti all’interno di situazioni abitative particolari. In un’era in cui anche l'abitazione è diventata precaria, la vera intimità, la nostra unica vera casa, siamo sempre noi stessi, i nostri corpi, le nostre esperienze, il nostro vissuto, e il progetto ambisce proprio a mettere in contatto con l'ambiente le intimità di artisti e pubblico, che da private (e precarie) diventano appunto “res nullius”, cosa di nessuno, per realizzare un’azione artistica in uno spazio ai margini della società.


https://zadielisa.blogspot.com/2019/05/res-nullius-02-residenze-al-confine.html


https://superazione.wordpress.com/
https://www.zadielisa.it/
https://www.youtube.com/channel/UC2xqpuH1NfRie5YN1EwtAqQ


Questo evento è promosso da Collettivo Superazione e Officina Dada Boom

Ti potrebbe interessare

 
2° Concorso Nazionale di Poesia CAELUM
2°Concorso Nazionale di Poesia Caelum
Signa (FI)
Annuale tra Maggio e Ottobre
 
Maschile e Femminile: differenze complementari
Uomini da Marte e donne da Venere…. è vero? Fino a che punto? Quanto abbiamo linguaggi diversi o modi di pensare differenti?
Firenze (FI)
Dal 21 Settembre al 02 Novembre 2020
 
Sei curioso, ma non sai se un corso di teatro fa per te? Il Genio della Lampada ti aspetta
Sei curioso, ma non sai se un corso di teatro fa per te? Il Genio della Lampada ti aspetta per affacciarti a nuovi scenari artistici e umani.
Firenze (FI)
Il 13 Ottobre 2020